Vendere in Svizzera: il supporto di Modalità Impresa alle aziende che vogliono ampliare il proprio mercato

Nel 2021, in un mondo completamente nuovo, sconvolto e stravolto dalla pandemia, la Svizzera è probabilmente il paese più redditizio per esportare e vendere i propri prodotti.

Qual è il problema? Quali le opportunità?

Da almeno dieci anni a questa parte la Svizzera si è scrollata di dosso molte delle false e cattive idee che la riguardavano, è uscita dai paesi in Blacklist, ha iniziato a posizionarsi per le reali opportunità in grado di offrire: un paese a misura di impresa. Da 7 anni a questa parte domina ogni genere di classifica: è ormai l’economia più competitiva al mondo, precedendo il sogno americano, la leggendaria Inghilterra, il crescente Qatar e tantissimi altri paesi che nell’immaginario collettivo sono il top per fare impresa.

Nel 2021, in un mondo completamente nuovo, sconvolto e stravolto dalla pandemia, la Svizzera è pronta a prendersi un altro primato: è probabilmente il paese più redditizio per esportare e vendere i propri prodotti. Anche al dettaglio.

Prima però cerchiamo di riflettere sui problemi che le imprese, specie italiane, si trovano a dover affrontare.
Diciamo tre: una domanda insufficiente, una concorrenza spietata, uno scontrino spinto, per via della concorrenza e del basso potere di acquisto, sempre più verso il basso. In una situazione del genere le imprese sono spesso costrette a battagliare tra loro in una triste e deleteria guerra dei prezzi.

Il Covid-19 ha sicuramente complicato la situazione, andando a incidere su tutte e tre le cause per così dire endemiche dell’economia italiana:

Le persone hanno iniziato per forza di cose ad acquistare on line, un trend che non smetterà di aumentare. Questo porta svantaggi dovuti dal confronto con altri competitor e conseguente guerra dei prezzi ma anche e soprattutto da uno svantaggio competitivo con colossi che spesso utilizzano Modelli di Business incentrati sull’acquisizione del cliente più che sui margini, uscendo sul mercato. Prezzi insostenibili.

Il potere di acquisto è notevolmente diminuito. Il Covid19 ha colpito quelle categorie – imprenditori e liberi professionisti – che rappresentano la maggioranza del tessuto economico italiano e che, in genere, hanno una maggiore capacità di spesa.

Cosa fare adesso?

“Non ci si può permettere di sprecare una seria crisi… è un’opportunità di fare cose che non si pensava di poter fare prima”

Le opzioni a disposizione non sembrano moltissime.
Innovare i propri modelli di business andando a trovare nuovi segmenti di clientela da aggredire con successo.
Ridurre i costi per cercare di aumentare i margini.
Aumentare le vendite invece, per i problemi esposti sopra, è quasi sempre utopico e spesso significa aumentare le spese del marketing a dismisura senza ottenere un adeguato risultato.
Altra opzione? Aggredire un nuovo mercato. E se fosse un mercato estero?
Anche qui, altra lezione della pandemia, anche a distanza si possono fare affari. Viviamo in una società globale e del digitale non dobbiamo solo subirne gli svantaggi – una feroce concorrenza in questo caso – ma anche coglierne le opportunità.
L’opportunità è guardarsi intorno, chiedersi:
“dati i miei prodotti, quali paesi lo apprezzerebbero di più?”
“In quali paesi avrei meno concorrenza?”
“In quali paesi potrei aumentare i margini”

Svizzera? Una “folla affamata e alto spendente”

Durante un seminario, il famoso copywriter Gary Halbert domandò ai partecipanti cosa, secondo loro, ci volesse per aprire un chiosco di hot dog di successo. Le risposte furono diverse: una buona ubicazione; hot dog di qualità; panini gustosi; la migliore senape inglese; il ketchup; il migliore burro a volontà; volantinaggio nella zona; personale simpatico; una bella divisa che attiri l’attenzione.
Halbert li lasciò continuare per alcuni minuti e infine li interruppe: “Ciò di cui avete bisogno perché il chiosco abbia successo è una folla affamata”.

Ecco perché la Svizzera è sicuramente un’opzione da prendere in considerazione.

– Una popolazione numericamente ridotta ma con il più alto livello pro capite al mondo.

– Una passione per i prodotti Made in Italy.

– Una bassissima concorrenza – basti pensare che Amazon in Svizzera non ha potuto replicare il successo di altri paesi per questioni fiscali.

Pronto per cogliere l’opportunità?

ModalitàImpresa può essere il partner ideale per ragionarci, valutare con attenzione, implementare subito la vendita dei tuoi prodotti in Svizzera.

Forti di una sede in Svizzera, una solida comprensione delle logiche doganali, del marketing on line (applicato e specializzato al mercato svizzero), siamo in grado di supportare i nostri clienti in un processo end-to-end.

Compila il form e prendiamoci 10 minuti per comprendere se per la tua impresa può davvero essere fattibile e redditizio.

N.b. Si tratta di un’opportunità commerciale per aziende sane che hanno realmente qualcosa da offrire. Non vendiamo infoprodotti, corsi, consulenza, e dunque non abbiamo alcun motivo di alimentare false speranze per chi vuole costruire tutto da zero…

Hai bisogno di aiuto?